Padiglione delle ex officine Battaglia

L’architetto Giuseppe Petrolo aveva la sua prima prova di adesione allo stile liberty nel piano di ampliamento, purtroppo non eseguito completamente, per le industrie Battaglia.

Data di pubblicazione:
18 Gennaio 2022
Padiglione delle ex officine Battaglia

Per queste, Giovanni Battaglia, in termini meno grandiosi di quanto si stava allestendo nel cantiere della celebre birreria Poretti di Induno Olona (prezzo Varese), aveva commissionato all'architetto non un semplice ampliamento spaziale, ma anche il rinnovamento dell'immagine della ditta tramite un'opera dichiaratamente collegata alle esperienze più avanzate. Giovanni Battaglia con Teofilo Hussy aveva fondato la società per il Kursaal: le nuove ditte e il nuovo padiglione erano destinati a rappresentare i moderni capisaldi della nuova stagione turistica e industriale di Luino. Del grandioso piano rimane solo un padiglione in fregio alla via pubblica; scomparsa, invece, tutta la grande fabbrica (denominata Viscontea) che si estendeva alle spalle, demolita dopo il fallimento dell’azienda nel 1950 ca. Il solo padiglione, tuttavia, è in grado di mostrare notevole sicurezza compositiva e decorativa pur nell’impiego di calibrati e sobri elementi decorativi di aulica derivazione, come la grande finestra centrale ‘termale’ (ossia ripresa da un modello proprio della tarda antichità latina). 
 

Ultimo aggiornamento

Sabato 24 Settembre 2022