Allacciamento alla fognatura/collettore consortile

Data di pubblicazione:
02 Marzo 2022
Allacciamento alla fognatura/collettore consortile

I soggetti che devono eseguire l'allacciamento degli scarichi civili/industriali al collettore consortile sono tenuti a presentare apposita domanda di autorizzazione alla Società per il Risanamento e la Salvaguardia dei Bacini della Sponda Orientale del Verbano, per il tramite del Comune di Luino.

 

La domanda, da redigere su appositi moduli, disponibili anche presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Luino, deve essere presentata all'Ufficio Protocollo del Comune medesimo, come di seguito indicato:
• n. 1 copia indirizzata alla Società per il Risanamento e la Salvaguardia dei Bacini della Sponda Orientale del Verbano;
• n. 1 copia indirizzata al Comune di Luino (in bollo);
• n. 1 copia indirizzata all’A.R.P.A. - Agenzia Regionale per l’Ambiente – (solo per gli scarichi industriali);
• n. 1 copia da conservare da parte del richiedente;
• n. 1 marca da bollo da allegare e non applicare al modulo di richiesta indirizzato alla Società autorizzatrice sopra indicata).
 

Per ogni copia di domanda, deve essere allegata la documentazione tecnica prescritta nel relativo modulo; in particolare, per la richiesta indirizzata alla Società di depurazione dei reflui sopra richiamata, tutti gli allegati devono essere presentati in triplice copia.

 

NEL CASO IN CUI, PER L'ALLACCIAMENTO AL COLLETTORE CONSORTILE, FOSSE NECESSARIO ESEGUIRE UNO SCAVO SU SUOLO PUBBLICO, DOVRÀ ESSERE PRESENTATA APPOSITA DOMANDA AL COMUNE DI LUINO che rilascerà l'autorizzazione unicamente dopo l'avvenuta autorizzazione per l'allacciamento al collettore consortile, da parte della Società per il Risanamento e la Salvaguardia dei Bacini della Sponda Orientale del Verbano.
In merito, si precisa che la manomissione è consentita con l'onere del ripristino, a regola d'arte, a carico del richiedente, previo versamento di deposito cauzionale nella misura e con le modalità previste dall'art. 11 del "Regolamento attuativo del Piano Urbano Generale dei Servizi del Sottosuolo" e comunque per un importo minimo di € 400,00.=. Tale importo sarà rimborsato dopo l'esecuzione del ripristino definitivo, previo comunicazione e richiesta di restituzione.
Ogni informazione di carattere tecnico può essere richiesta direttamente al tecnico del Servizio Ecologia e Ambiente (tel. 0332/543616).
 

Ultimo aggiornamento

Lunedi 03 Ottobre 2022