torna alla home page

Languages IT EN DE

cerca
inserisci la parola
o la frase da cercare.

Città di Luino:

Villa Hüssy

stai navigando in:

Città di Luino Villa Hüssy

Villa Hüssy

 

La villa che ospita la Biblioteca civica di Luino e l’Archivio Vittorio Sereni è il frutto di interventi strutturali e decorativi che si sono susseguiti negli anni, accompagnati dal passaggio di proprietà della stessa in mani diverse.

 

“L’impianto originario della villa risale al 1876. La costruzione di questo primo edificio, nucleo del caseggiato attuale, s’intreccia con la storia della creazione della Luino moderna che dalle pendici del colle del centro storico si andava in quei tempi estendendo verso la piana del Tresa. (…) Una prima riforma della villa e del giardino si deve a Pietro Pozzi , come dimostrano le prime vedute fotografiche. La planimetria della mappa di impianto del Regio Catasto (1905 ca.) mostra un andamento planimetrico ben diverso dalla schematica pianta quadrata della precedente casa Barozzi e molto vicino all’articolazione attuale dei volumi. (…). Altri lavori interessarono la veste decorativa della villa. Furono promossi da Giuseppe Battaglia, che acquistò villa e parco nel 1908, ed eseguiti sotto la direzione dell’ing. Giacinto Campagnani (poi autore del palazzo della Banca Popolare). La facciata sud-occidentale dell’edificio, rivolta verso il corso XXV Aprile, fu arricchita con un bow-window e con un corpo di verande sovrapposte sormontato da terrazza. Balaustre e fregi ingentilirono l’impianti con vaghi accenni liberty. All’interno fu costruito lo scalone adornandolo di una movimentata ringhiera in ferro battuto. (…). Dalla villa di piazza Risorgimento Giuseppe Battaglia partì per numerosi viaggi di affari, in un panorama, quello della Luino di allora, che non sembrava avere confini: dalla Svizzera, alla Russia, all’India. (…) Morì nel 1935 nella villa del centro di Luino. Questa passò poi alla famiglia Hussy, che in città possedeva già quattro dimore e, infine, al Comune di Luino”. (testo di: Federico Crimi).


Il Comune di Luino, attraverso un importante intervento sulla struttura dell’edificio e sul parco che la circonda, ha trasformato l’elegante villa liberty in un polo culturale moderno ed attrezzato, capace di accogliere i numerosi utenti in uno spazio confortevole e suggestivo, in ogni stagione dell’anno.

 

 

 


Ipovedenti