torna alla home page

Languages IT EN DE

cerca
inserisci la parola
o la frase da cercare.

Città di Luino:

Banca della Terra Lombarda

stai navigando in:

Comune di Luino Banca della Terra Lombarda


Banca della Terra Lombarda


BANCA DELLA TERRA LOMBARDA

(Titolo II, Capo VII-Bis, L.R. 31/2008 e s.m.i.)
Censimento comunale dei terreni abbandonati o incolti


Con la Legge Regionale n° 30/2014, la Regione Lombardia ha istituito la Banca della Terra Lombarda finalizzata alla rimessa a coltura delle terre incolte o abbandonate, per favorirne il recupero, contenere il degrado ambientale, salvaguardare il suolo e gli equilibri idrogeologici, limitare gli incendi e favore l’ottimale assetto del territorio;

la Banca della Terra Lombarda consiste in un inventario  dei terreni pubblici e privati che i proprietari o gli aventi diritto hanno dichiarato disponibili per la temporanea assegnazione ai soggetti che ne fanno richiesta;

la Banca della Terra si sostanzia in una piattaforma informatica accessibile attraverso le pagine web di Regione Lombardia DG Agricoltura www.agricoltura.regione.lombardia.it  finalizzata a  promuovere la conoscenza dei terreni disponibili e a favorire il contatto diretto tra  proprietari e gli eventuali soggetti interessati alla rimessa a coltura dei terreni:

                                  SI INFORMA LA CITTADINANZA CHE

1. si considerano terreni abbandonati o incolti, iscrivibili alla Banca della Terra Lombarda:

- i terreni agricoli che non siano stati destinati a uso produttivo da almeno due anni, a esclusione dei terreni oggetto di impegni derivanti dalla normativa europea 
- i terreni già destinati a colture agrarie e a pascolo in cui si sono insediate formazioni arbustive e arboree spontanee;

2. i proprietari interessati potranno far pervenire l’istanza di iscrizione alla Banca Della Terra, con l’apposito modulo, al protocollo del Comune di Luino con sede in Piazza Crivelli Serbelloni, 1, oppure tramite la seguente casella di posta elettronica certificata  comune.luino@legalmail.it;

3.il Comune, valutata la completezza della documentazione e verificato che in base alla classificazione della fattibilità geologica del Piano di Governo del Territorio non vi siano condizioni ostative alla rimessa a coltura dei terreni proposti, trasmetterà a Regione Lombardia l’elenco aggiornato dei terreni incolti o abbandonati resi disponibili, per la successiva pubblicazione definitiva sulla Banca della Terra Lombarda;


Istanza